De bello alieno – Recensione

Ecco com’è andata: ce l’avevo sul comodino da diversi mesi. Da Stranimondi, dove l’ho comprato insieme ad altri (che sono ancora tutti lì… sob). Avevo iniziato a leggerlo quasi subito, ero molto curiosa… Poi già dalle prime righe è scattato il panico da vittima del liceo classico, seguito da paralisi temporanea della paratassi e della facoltà di provare piacere.
È successo più volte: lo aprivo, leggevo cose che riecheggiavano troppo da vicino le tremende versioni in lungue oscure che ho resettato completamente dal giorno succesivo alla maturità… e con un brivido posavo tutto, intontita e bisognosa di una puntata di roba di e con mariadefilippi.

Poi mi è venuto un sospetto, confermato ora che ho finalmente letto il libro.

Continua a leggere